L’atto di fede

Soffia il vento sulla sabbia, che docile scorre oltre il versante della duna.

Catturato da un’invisibile clessidra, mi ritrovo nel flusso tra il pieno ed il vuoto, per metà eroso e per metà nuovo.

In precario equilibrio, dove la luce rasenta l’abisso.

Ma, memore di essere un funambolo nell’incerto cammino della vita, tra il timore per la fine e la speranza nell’avvenire, compio un atto di fede.

“Camminare è cadere in avanti.
Ogni passo è un tuffo bloccato, un crollo scongiurato, un disastro evitato. In questo senso camminare diventa un atto di fede che si ripete ogni giorno: un miracolo in due battute, un tenersi e lasciarsi andare.”

Paul Salopek