GReen memories

Avevamo il “semaforo verde”, ma mentre ci accingevamo ad attraversare la strada (o meglio il mar di Sardegna), lo stop ha sovrascritto le strisce pedonali… tutto chiaro, vero?!
Ok, ok, esplico la questione :-D

Iniziamo con la doppia maiuscola del titolo, che non è un refuso, ma sta ad intendere la Grande Randonnée (in sigla GR) numero 20, ossia la “lunga camminata” che attraversa la Corsica da nord-ovest a sud-est. E siccome mi piace giocare con i livelli multipli di semanticità (figo, no?) c’è anche il collegamento con il green pass, che abbiamo, essendo grandi e vaccinati!
Ma non solo, green memories si può tradurre come “memorie di gioventù”, di quando si era verdi virgulti e non ruvide querce come ora :-D

In breve, volevamo ritornare quest’anno sulla GR20 che, come sai(?), è stata per noi il battesimo del fuoco verso gli extreme treks. Purtroppo gli effetti globali dell’armata virusiana ci bloccano at home… Ebbene, quindi che si fa??

Beh, invece della bandiera bianca, sfoderiamo l’asso nella manica dei treklanders: la macchina del tempo!

Si attiva facilmente seguendo il link a fine articolo, che porterà ad essere catapultati giorno per giorno nel 2006, ben 15 anni fa, quando percorremmo la parte nord del celebre sentiero.
L’unico problema è se hai meno di 15 anni, perché non ho idea di dove ti troveresti!
Già, dov’eri quand’avevi, ad esempio, 3 anni?

Per cui fai attenzione, non garantisco della tua incolumità spaziotemporale cliccando qui!

GReen pass

Ajaccio, luglio 2007, verso la GR20

E siamo al primo lustro di Trekland, nell’anno in cui i treklanders compiono insieme 149 anni, cifre che rappresentano i quadrati dei primi tre numeri primi. Anvedi che conteggi!

Ma l’infinità del cammino supera facilmente i calcoli aritmetici, per cui non ci dilunghiamo troppo sul festeggiare, ora che possiamo scarpinare.

Perché finalmente il semaforo è verde! :-)

Let’s go go go!